CESER S.r.l.Corrispondente per la Provincia di Milano del CAF UIL S.p.A.

CESER S.r.l. agisce in qualità di corrispondente del C.A.F. – UIL S.p.A., società debitamente autorizzata dal Ministero delle Finanze (aut. Iscrizione Albo CAF n. 00021 del 31 marzo 1993) all’esercizio delle attività di cui all’articolo 78 della Legge 413 come sostituito dal D.lgs. n. 490/98 per lo svolgimento delle attività relative, fra l’altro, all’assistenza fiscale riferita alle dichiarazioni dei redditi, Mod. 730, UNICO, RED, ISEE ed altre.

CESER S.r.l. assicura il controllo e la verifica delle regolarità dei documenti prodotti e conseguente rilascio della certificazione di conformità assistita da assicurazione, lo svolgimento di tutte le operazioni inerenti l’invio telematico al Ministero delle Finanze, l’archiviazione e la conservazione delle pratiche per il tempo legislativamente previsto.

   ULTIMI AGGIORNAMENTI

Consulta Caf: Precompilato 2015 a rischio se non si definiscono i compensi nei tempi concordati.

"A fronte di un preciso impegno del Governo ad emanare il Decreto che stabilisce i compensi per l'attività di assistenza e trasmissione dei modelli 730 precompilati entro il 30 di novembre, dobbiamo rilevare un colpevole ritardo". Lo dichiara Valeriano Canepari, Coordinatore della Consulta Nazionale dei Caf.

Esenzione IMU Comuni montani non più per tutti, in 6.500 Comuni "ex esenti" si paga a dicembre.

E' in via di emanazione un Decreto del Ministero dell'Economia e Finanze di concerto con i Ministri delle politiche agricole alimentari e forestali e dell'Interno, che individua i comuni nei quali, a decorrere dall'anno d'imposta 2014 sarà applicata l'esenzione IMU.
Ricordiamo che l'esenzione dall'IMU si applica in base all'altitudine riportata nell'elenco dei Comuni italiani predisposto dall'ISTAT, diversificando tra terreni posseduti da coltivatori diretti e IAP iscritti nella previdenza agricola e quelli posseduti da altri soggetti.
Il Decreto conferma il mantenimento dell'esenzione per tutti i Comuni con altitudine del centro oltre 600 metri (1.578 comuni), mentre per i Comuni con altitudine del centro compresa tra 281 metri e 600 metri l'esenzione spetta solo per i terreni di proprietà di coltivatori diretti e IAP (2.568 comuni). Infine, i terreni dei Comuni con altitudine del centro fino a 280 metri saranno tutti oggetto d'imposta (3.912 comuni).

Il Decreto prevede, all'articolo 3, che il pagamento debba essere effettuato in unica rata entro il 16 dicembre 2014, siamo quindi a meno di un mese dalla scadenza prevista per il saldo IMU/TASI.
Di fronte a questa ennesima situazione di caos inevitabilmente conseguente all'emanazione di norme a ridosso delle scadenze, la Consulta Nazionale dei Caf ha inviato al Ministero una nota di contestazione, chiedendo che venga perlomeno prorogato il termine di pagamento al 31 gennaio 2015, per consentire il tempo minimo necessario per assistere in modo corretto, puntuale ed adeguato i contribuenti interessati.

Per lavoratori dipendenti e pensionati l'Irpef è un po' meno pesante del passato.

Per la prima volta dal 2008/2009, l'Irpef nel 2013 è scesa rispoetto all'anno precendente di circa 77 euro, continuano però a crescere le imposte locali. Scende il reddito disponibile e si contraggono i consumi.